Uno straripante Napoli trascinato da Osimhen cala il poker a La Spezia, finisce 1 a 4

Napoli Spezia Osimhen
Condividi:

Troppo Napoli per uno Spezia annichilito da una squadra in salute e con tanta voglia di prendersi la qualificazione alla prossima champions League. Finisce 4 a 1 con ancora un grandissimo Osimhen (doppietta per il nigeriano).

La Spezia – Una squadra in salute e che sa quello che vuole. Questo è il Napoli visto in scena al Picco di La Spezia contro una delle compagini più sorprendenti di questo torneo, salita alla ribalta per il gioco espresso e per aver confezionato diversi risultati di prestigio contro le grandi del torneo. Merito di un allenatore che ha saputo costruire la sua “sporca dozzina” creando un gruppo granitico capace di superare ogni avversità e di far fronte anche ai limiti difensivi palesati durante tutto il corso della stagione. 

LEGGI ANCHE -> Lettera a Diego Armando Maradona – VIDEO

Napoli che chiude la pratica in meno di mezz’ora grazie a Zielinski e Osimhen

Spezia Napoli Osimhen
Spezia Napoli fine primo tempo (foto Carlo Grandi)

Gli azzurri entrano in campo già sapendo quello che devono fare: si dice in questi casi che la partita era già stata vinta nel sottopassaggio. Parte con buona volontà lo Spezia, ma il Napoli è superiore tecnicamente e a questo si aggiunge una grinta e carattere degni del suo condottiero.
Non ci vuole molto a capire che è solo questione di minuti prima che i partenopei passino in vantaggio e l’ 1 a 0 arriva dopo poco meno di un quarto d’ora, con una bella azione orchestrata sulla destra dal duo Insigne Di Lorenzo, con quest’ultimo che cross per il colpo di testa di Zielinski che insacca.
È il gol che di fatto spiana la strada al Napoli, che prima dell’intervallo colpisce altre due volte, con il suo centravanti Osimhen: prima lanciato in contropiede a tu per tu con il portiere ligure l’ex Lille non sbaglia, poi con un gran movimento sugli sviluppi di un calcio di punizione. E il primo tempo finisce 0 a 3 per la squadra di Gattuso.

LEGGI ANCHE ->  Superlega, le inglesi e l’Inter rinunciano ma Agnelli insiste: “Si va avanti”

Secondo tempo al piccolo trotto, ma difesa del Napoli da rivedere

Napoli Spezia Osimhen
Napoli rientra in campo per il secondo tempo (foto Carlo Grandi)

Il secondo tempo si apre su ritmi molto più blandi del primo, con il Napoli che ha tutto l’interesse ad addormentare la gara e a farla scivolare via il prima possibile.
È qui che la coppia centrale Manolas – Rrahmani mostra tutti i suoi limiti, sia in fase di impostazione sia in marcatura, perdendosi a più riprese il non irresistibile Gyasi e il promettente ma sempre acerbo Piccoli.
Lo Spezia al 64′ accorcia le distanze: Marchizza serve Gyasi il quale crossa al per Estevez, il cui colpo di testa respinto da Meret diventa un assist per Piccoli che da due passi segna l’1 a 3.
Il gol segnato rinvigorisce lo Spezia che inizia a crederci: il Napoli arretra e sembra accusare il colpo. Italiano inserisce Farias per Gyasi nella speranza di fare più profondità alla sua squadra.
Ed è in questa fase che il Napoli chiude definitivamente la gara, segnando il quarto gol con Lozano su assist di uno scatenato Osimhen.
Esce l’eroe di giornata Osimhen per Petagna nel finale, e finisce così. Il Napoli si porta a quota 70 e manda un segnale forte alle altre candidate alla zona Champions.

IL TABELLINO DELLA GARA 

 

SPEZIA – NAPOLI 1-4

SPEZIA (4-3-3) – Provedel; Vignali, Ismajli, Chabot, Marchizza; Estevez (78′ Acampora), Ricci, Maggiore; Verde (46′ Piccoli), Agudelo (78′ Saponara), Gyasi (68′ Farias). A disp: Zoet, Terzi, Erlic, Salva Ferrer, Bastoni, Pobega, Agoume, Galabinov. All.: Vincenzo Italiano

NAPOLI (4-2-3-1) – Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj (69′ Mario Rui); Fabian, Demme; Politano, Zielinski (69′ Mertens, 76′ Elmas), Insigne; Osimhen (83′ Petagna). A disp: Ospina, Contini, Costanzo, Zedadka, Bakayoko, Labriola, D’Agostino. All.: Gennaro Gattuso

Arbitro: Massimiliano Irrati (Pistoia)

Marcatori: 15′ Zielinski (N), 23′, 44′ Osimhen (N), 64′ Piccoli (S), 79′ Lozano (N)

Ammoniti: Ricci, Estevez, Vignali (S) Hysaj, Osimhen (N).

 

LEGGI ANCHE –> Formula 1, griglia di arrivo e pagelle del gran premio di Imola

Condividi:
Scroll Up