Mario Draghi al Senato: “L’Italia non si riprenderà presto dalla crisi economica”

Mario Draghi
Condividi:

Il presidente del Consiglio Mario Draghi è intervenuto in diretta dal Senato 

L’intervento del presidente del Consiglio Mario Draghi è stato preceduto dal ricordo del compianto Franco Marini fatto dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. È stato osservato il minuto di silenzio in ricordo dell’ex presidente del Senato.

“Il primo pensiero che vorrei condividere è di combattere con qualsiasi mezzo la pandemia – ha detto Mario Draghi -. Una battaglia che combattiamo tutti insieme. Il governo farà le riforme ma affronterà anche le emergenze. Dobbiamo occuparci di chi soffre adesso e di chi perde il lavoro. In tutta la mia carriera non vi è mai stato un momento di responsabilità e commozione così intensa. Ringrazio il mio predecessore Giuseppe Conte che ha affrontato una situazione di emergenza economica enorme. Si è detto che questo governo dipende dal fallimento della politica, non sono d’accordo, nessuno fa un passo indietro della sua identità, ma ne fa uno avanti per rispondere alla difficoltà del Paese senza rivalità e pregiudizi. Prima di ogni appartenenza viene il dovere della cittadinanza. Siamo cittadini di un Paese che ci chiede di fare un passo avanti. Siamo semplicemente tutti cittadini italiani e tutti ugualmente consapevoli della responsabilità che ci hanno affidato”.

LEGGI ANCHE -> Bonus Irpef 2021, chi ne ha diritto e come averlo

Mario Draghi al Senato: “Dobbiamo avviare una nuova ricostruzione”

Mario Draghi
Mario Draghi (Foto dal Web)

“Oggi noi abbiamo la responsabilità di avviare una nuova ricostruzione. Nella distinzione di ruoli e identità nessuno farà mancare il proprio apporto. Dobbiamo dare risposte concrete quando deludiamo i nostri giovani che emigrano in altri Paesi. Ogni spreco oggi è un torto che facciamo ai nostri giovani. Nella speranza che i giovani italiani ci ringrazino per il nostro lavoro e non abbiano di che rimproverarci per il nostro egoismo. Sostenere questo governo significa condividere un’unione europea sempre più integrata che approverà un bilancio pubblico comune per sostenere i Paesi in recessione. Dobbiamo essere orgogliosi del contribuito pubblico al nostro Paese”.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha poi fatto un resoconto delle vittime del Covid e un altro sui nuovi poveri. Draghi ha detto poi che prima della fine del 2022 l’Italia non si riprenderà dalla crisi economica.

Il piano di vaccinazione: Per Draghi sarà una sfida vaccinare tutta la popolazione nel breve tempo possibile: “Dobbiamo rendere disponibili tutte le strutture, pubbliche e private”.

Scuola: “Dobbiamo fare il possibile per recuperare le ore di didattica in presenza perse in quest’anno. Il ritorno a scuola deve avvenire in sicurezza”.

Turismo: “I settori del turismo devono essere aiutati senza dimenticare che il turismo avrà un futuro se riusciremo a preservare i luoghi e le città d’arte”.

Donne e giovani: “A pagare il prezzo più alto sono stati i giovani, le donne e i lavoratori autonomi e a loro che dobbiamo pensare. Dobbiamo superare il gap della mancata parità di genere”.

LEGGI ANCHE -> Le vittime dimenticate della violenza di genere nell’era Covid

Seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagramTwitter

Condividi:
Scroll Up