Il dolore di Al Bano Carrisi: “Ora tocca a me soffrire”

Al Bano Carrisi dolore
Condividi:

Al Bano Carrisi è un cantante molto amato da tutti i suoi fan che lo seguono con ammirazione. Ultimamente però il Leone di Cellino San marco ha dovuto affrontare un grande dolore: scopriamone i dettagli

Al Bano è stato intervistato dal settimanale ‘Oggi’, per cui ha rilasciato una lunga dettagliata confessione a proposito di un dolore che sta affrontando in questi giorni. Il cantante è molto amato dal pubblico e di certo anche i suoi fan sono molto in apprensione per quello che ha raccontato a proposito della sua vita familiare. Al Bano Carrisi ha una grande famiglia allargata. Cristel, Romina Junior e Yari avuti dalla compagna artistica ed ex moglie Romina Power e Jasmine e Bido, frutto della lunga relazione con Loredana Lecciso. Proprio con la figlia più piccola il Leone di Cellino San Marco è stato molto apprezzato durante il talent show dedicato agli over 60 The Voice Senior. Il team dei Carrisi era molto affiatato e insieme agli altri giudici, Gigi D’Alessio, Clementino e Loredana Bertè ha contribuito al successo del programma condotto da Antonella Clerici.

LEGGI ANCHE -> Al Bano su Romina Power: Non ne avrebbe il coraggio

Al Bano Carrisi soffre molto: “Ho dato lo stesso dolore a mia madre”

Al Bano Carrisi
Al Bano Carrisi (dal web)

Al Bano quindi ha un bel rapporto con tutti i suoi figli e con la ventenne Jasmine. La rapper purtroppo per il papà dovrà andare a Milano per continuare i suoi studi universitari, lasciando i genitori senza di lei. “Nel 1961 diedi lo stesso dolore a mia madre, ora tocca a me soffrire”, con queste parole il cantante di “Felicità” si è espresso a proposito della partenza dell’amata figlia. Inoltre ha fatto intendere che però sarà più facile adesso poter sentire e vedere Jasmine con l’ausilio della tecnologia visto che prima  “andarsene a Milano voleva dire sparire, non esistevano le video-chiamate, spesso non c’erano nemmeno i soldi per la telefonata”. 

LEGGI ANCHE -> Il tradimento di Romina, dopo più di vent’anni: Chiedi scusa pubblicamente

Seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagramTwitter

Condividi:
Scroll Up