Eurovision 2021, la cantante russa Manizha contro razzismo e violenza di genere

Eurovision Manizha omofobia violenza di genere
Condividi:

La cantante russa Manizha, rappresentante per il suo paese alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest, è al centro di episodi di bullismo anche da politici di primo piano per il suo brano “Russian Woman”

Che l’atteggiamento dell’attuale governo russo sul tema dei diritti delle donne e della comunità LGBT sia quantomeno discutibile, è fatto ben noto. Ma che si arrivi a boicottare la cantante che andrà a rappresentare il paese alla prossima rassegna canora europea, questo ha del clamoroso. 
Tutto è nato da un’intervista rilasciata alla BBC dalla cantante Manizha, che è un vero e proprio sfogo dell’artista contro l’attuale situazione. Da tempo infatti la cantante russa è fatta bersaglio di critiche pesanti per le sue idee e anche per le sue origini, essendo nata nell’ex repubblica sovietica del Tagikistan.

LEGGI ANCHE –> Isola Dei Famosi: Beppe Braida lascia l’isola e cinque nuovi concorrenti

Insulti e minacce razziste via Internet, anche da politici di spicco

Eurovision Manizha omofobia violenza di genere
bullismo (pixabay)

È una situazione paradossale. Posso capire che non possa piacere la mia voce o non possano piacere le mie canzoni. Ma se non piaccio perché le mie canzoni parlano dei diritti delle donne, o peggio ancora, perché sono nata in Tagikistan, allora non ci sto” questo l’esordio della cantante Manizha nell’intervista” È difficile capire come, ad esempio, una madre di due bambini abbia potuto scrivermi una frase di questo tipo: pregherò il Signore che il tuo aeroplano possa schiantarsi nel viaggio verso Rotterdam (luogo dove si svolgerà il prossimo Eurovision Song Contest, ndr)”. 

Parole forti, scioccanti, che risuonano anche nella bocca di alcuni esponenti politici russi. Come ad esempio la presidente del Consiglio Federale Valentyna Matvienko, che ha chiesto di far ritirare la cantante dalla competizione parlando anche voto irregolare nella competizione che l’ha qualificata. 

LEGGI ANCHE -> Romina Power si lascia andare a un dolce momento di nostalgia – FOTO

La canzone che Manizha porterà all’Eurovision è un inno al femminismo e contro la violenza di genere

Eurovision Manizha omofobia violenza di genere
femminismo (pixabay)

Per fortuna Manizha ha ricevuto sostegno da gran parte del mondo dello spettacolo e non solo. La sua canzone, Russian Woman, è un inno al femminismo, e attacca gli stereotipi sulle donne presenti in un paese ancora molto conservativo come la Russia.
Un brano che è stato addirittura, su esplicita richiesta dell’ Unione delle donne ortodosse russe, investigato per “testo esplicito“: un procedimento, per fortuna, finito in una bolla di sapone.

Di seguito il testo della canzone Russian Woman di Manizha: 

LEGGI ANCHE —> Dodi Battaglia, in uscita il nuovo album “Inno alla Musica

Condividi:
Scroll Up